Quando parliamo di pesca castagnola subito ricordiamo un piccolo pesce che misura solo circa 12 centimetri.
E’ comunissima fra le scogliere a limitata profondità e si trova in Oceani e Mari. Spesso ci capita davanti in qualche immersione ma purtroppo non la riconosciamo.

Morfologicamente presenta corpo ovale e compresso, con capo appuntito, bocca obliqua e carnosa, pinna caudale fortemente incisa. Ha una sola dorsale, con raggi spinosi nella porzione anteriore e margine arrotondato in quella posteriore. Le pinne ventrali sono lunghe e appuntite. La castagnola ha la caratteristica di avere occhi grandi.

La colorazione di questo pesce è marrone scuro negli adulti, blu elettrico o violacea nelle forme giovanili.
La riproduzione avviene in estate e le uova, fissate alla roccia, sono custodite dal maschio dopo che questi ha delimitato e difeso un piccolo territorio.
La sua alimentazione è a base di piccoli crostacei planctonici.

In pescheria difficilmente si trova a disposizione in quanto non ha carni particolarmente gustose.