Il diavolo di mare è una grossa razza appartenente alla famiglia dei Mobulidi, la stessa alla quale appartengono anche le mante che sono le piú grandi razze esistenti.
Questa specie particolare, chiamata anche pesce vacca o razza cornuta, vive nel Mediterraneo e nell’Atlantico orientale.

Morfologicamente la sua lunghezza si estende fino ai cinque metri, la larghezza e’ circa la stessa della lunghezza. Il suo peso puó raggiungere i 900 kg.
Caratterizzato da una pelle sottilissima risulta quasi nera sul dorso e bianca sul ventre. La coda è a forma di frusta. Nonostante le dimensioni è un animale inoffensivo, che si nutre soprattutto di molluschi, crostacei e plancton. Vive in coppie o in piccoli gruppi e talvolta lo si vede balzare fuori dall’acqua.

Vedere questo diavolo di mare nuotare lentamente nelle acque trasparenti del mare è uno spettacolo davvero impressionante: pare esso voli. Non avanza per la spinta data dalla coda, ma per quella data dalle grandi “ali”, le quali non sono altro che le pinne pettorali, particolarmente sviluppate. Nonostante il grande peso, riesce ad uscire dall’acqua nuotando, poi plana per qualche istante nell’aria prima di ricadere sulla superficie con grande fragore che sembra una detonazione.

Particolarità del diavolo di mare é la presenza di due estroflessioni anteriori che formano una specie di corna, alla base delle quali stanno lateralmente gli occhi (caratteristica dalla quale poi prende il nome questo particolare pesce). La bocca è molto ampia, talora in posizione quasi ventrale. Questa razza si nutre di piccoli pesci o di altri animaletti che introduce nell’ampia bocca ventrale nuotando. L’alimento viene fermato a livello dei denti o delle branchie e poi triturato. Spesso le razze sono parassitate da crostacei.

Il diavolo di mare non e’ pericoloso e spesso viene cacciato, nei mari tropicali, per le sue carni commestibili.