Il pesce vampiro, che prende il nome appunto dalla dentatura, si trova nei fiumi in Sud America con molta corrente, specie il Rio delle Amazzoni.

L’acqua nella quale il pesce vive deve sottostare a delle condizioni particolari, ovvero deve avere una temperatura di 26-28 gradi centigradi.
Il pesce vampiro ha bisogno di molto ossigeno nell’acqua e un’acqua molto calda può farlo venire meno.

Morfologicamente il pesce vampiro è di color argento. Le dimensioni possono raggiungere anche i 24 inches.

In passato era molto temuto dai nativi poiché si credeva fosse attirato dal sangue e dall’urina. Inoltre si pensava che potesse nuotare all’interno degli orifizi umani, ma ne sono stati trovati soltanto all’interno del canale vaginale, da cui è stato necessario rimuoverlo chirurgicamente.