Cozze con salsa di vino bianco 

archiviata in

Tritate finemente lo scalogno, quindi mettetelo a rosolare in un tegame con tre cucchiai di olio extra vergine di oliva. Aprite la confezione delle cozze che avrete lasciato scongelare una notte intera in frigo, quindi filtrate il liquido che le cozze avranno perso e tenetelo da parte. Versate i frutti di mare nella casseruola e fate cuocere a fuoco basso, quindi aggiungete il vino bianco ed infine il liquido di scongelamento delle cozze. Aggiustate di pepe, poi coprite con un coperchio e lasciate cuocere ancora per qualche minuto, in modo che le cozze rilascino tutto il sapore. A questo punto, toglietele dalla pentola aiutandovi con un mestolo forato e mettetele da parte, facendo in modo, quindi, che il sughetto rimanga nel tegame. Preparate un composto omogeneo con il burro e due cucchiaini di farina, quindi aggiungetelo al sugo di cottura a fuoco spento aiutandovi con una frusta, in modo che si crei una salsina cremosa e liscia. Servite le cozze con sopra una manciata di prezzemolo tritato e una cucchiaiata di salsa al vino bianco.   mettete le cozze in una ciotola di acqua salata (1 cucchiaio di sale ogni litro d'acqua) per 10-15 minuti, rimuovendo la sabbia e le impurità tra le valve; rimuovete tutte quelle che sono aperte o rotte; mettete 1/2 bicchiere di vino bianco secco sul fondo di una pentola capiente, e aggiungere le cozze; coprite e portate a ebollizione, poi abbassate il fuoco al minimo (le cozze rilasceranno il loro liquido, altamente aromatizzato); cuocetele dai 5 a 7 minuti, finché non si schiudono (facendo attenzione a non sbollentarle troppo, o assumeranno una consistenza gommosa); rimuovetele dalla pentola una a una, servendovi di una pinza, e riponetele in una ciotola, senza gettare via l’acqua di cottura (da lasciare riposare un minuto e raccogliere in una tazza, filtrata da un colino); fate sciogliere il burro in una casseruola di medie dimensioni; aggiugete lo

Lo Chef consiglia...

Assicuratevi di utilizzare un vino bianco dall'acidità moderata.