Ravioli di stoccafisso con crudaiola di pomodorini

archiviata in

Mettete a bagno lo stoccafisso Rivamar ad ammollare per 2/3 giorni, avendo cura di cambiare l’acqua due volte al giorno. Una volta ammorbidito e dissalato, togliete la pelle e le eventuali spine e sbriciolatelo in piccoli pezzetti. Per la preparazione della pasta fresca fate la fontana con la farina, rompete al centro le uova e salate con un pizzico di sale. Lavorate l’impasto fino a ottenere un composto morbido e liscio. Fate riposare l’impasto ottenuto almeno mezzora, avendo cura di coprirlo affinché non prenda aria. Nel frattempo, fate lessare lo stoccafisso in acqua salata per una decina di minuti; quindi spegnete il fuoco e dopo aver scolato il pesce, lasciatelo raffreddare. Intanto, nell’acqua di cottura del pesce lessate le patate precedentemente sbucciate e tagliate a fettine. Dopo averle scolate, schiacciatele grossolanamente con una forchetta e unitele allo stoccafisso. A questo punto, aggiungete l’aglio finemente tritato, condite con un filo di olio, sale e pepe a piacere e mescolate fino ad amalgamare gli ingredienti. Terminato il tempo di riposo dell’impasto, potete stendere la pasta in strati non eccessivamente sottili, quindi distribuite sulla sfoglia delle palline di ripieno e ricopritele con una seconda sfoglia, premete bene per sigillare i ravioli e ritagliateli con la rotella. Mentre cuocete i ravioli in abbondante acqua salata, preparate la crudaiola a base di pomodorini. Tagliateli a spicchi sottili, avendo cura di eliminare i semi, unite il basilico e il cipollotto tritati grossolanamente, l’olio, il sale e il pepe e lasciate riposare. Dopo aver scolato i ravioli, uniteli al sugo e fateli saltare in padella un paio di minuti. Servite con una spolverata di ricotta affumicata grattugiata.

Lo Chef consiglia...

Per ottenere un piatto ancora più saporito, aggiungete al sugo due cucchiai di olive taggiasche, un cucchiaio di capperi dissalati e servite con una spolverata di prezzemolo fresco finemente tritato.