Lo sgombro (Scomber scombrus), conosciuto anche come lacerto o maccarello, è un pesce di mare appartenente alla famiglia Scombridae, ed è un tipico pesce azzurro.
Questa specie vive in branchi, abita nelle acque comprese tra 0 e -200 metri di profondità ed è diffuso in tutto il Mediterraneo, nel Mare del Nord e nell’Atlantico settentrionale.
Lo sgombro è un pesce lungo circa 25-50 cm con corpo fusiforme e capo appuntito e occhi grandi, possiede una bocca ampia con mascelle munite di piccoli denti aguzzi; non ha squame ed ha una speranza di vita di 17 anni. Si nutre di plancton, piccoli pesci, uova e larve di pesci, gamberi, vermi e molluschi gasteropodi.

La deposizione delle uova avviene all’interno dei numerosissimi banchi, tra marzo e agosto, a seconda della zona. Le uova, gialle e sferiche (1,2-1,4 mm di diametro), si schiudono dopo 6-7 giorni.
Lo sgombro è uno dei pesci più utilizzati ed apprezzati della dieta mediterranea; come tutti i pesci azzurri, è particolarmente ricco di acidi grassi polinsaturi. Oltre a proteggere dalle malattie cardiovascolari, l’abbondante presenza di grassi “buoni” conferisce alle carni un sapore caratteristico, deciso e gustoso. Lo sgombro è anche ricco di proteine facilmente digeribili ed ha un apporto calorico modesto.
Viene commercializzato fresco, surgelato o lavorato ed inscatolato. Essendo diffuso nei nostri mari ha un prezzo contenuto.