Frittura di baccalà con zucchine e cavolfiore - Rivamar

Frittura di baccalà con zucchine e cavolfiore

Livello

Facile

Tempo di cottura

15 minuti

La frittura di baccalà con zucchine e cavolfiore è un secondo piatto sfizioso e buonissimo. La ricetta è semplice da preparare!

Prendete lo Stoccafisso Rivamar ammollato, togliete la pelle e formate delle striscioline di 10 cm di lunghezza. Lasciatele riposare un’oretta in una pirofila immerse nel latte freddo, in questo modo la carne del baccalà diventerà ancora più morbida e dal sapore delicato.

Per la preparazione della pastella, prendete una terrina e unite la farina, i tuorli e la birra. Mescolate il tutto in modo da ottenere un composto omogeneo e abbastanza cremoso. Coprite la terrina con un coperchio e lasciate riposare al buio per un paio d’ore.

Mentre aspettate che la pastella si gonfi, tagliate a rondelle le zucchine e a cubetti il cavolfiore, poi sgocciolate sulla carta assorbente i filetti di baccalà. Se volete che il cavolfiore sia più morbido, fatelo cuocere per alcuni minuti in acqua bollente.

Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale ed incorporateli alla pastella con movimenti dal basso verso l’alto finché il tutto non risulta ben amalgamato.

In una padella versate abbondante olio per friggere e portatelo a temperatura. Quando l’olio è ben caldo immergete le fettine di zucchine e i cubetti di cavolfiore nella pastella, quindi friggeteli. Appena assumeranno un colore dorato scolate e lasciateli qualche secondo sulla carta assorbente.

Fritte le verdure potete passare alla cottura dei filetti di baccalà ripetendo il medesimo procedimento.

Guarnite il piatto con qualche spicchio di limone e portate in tavola la vostra frittura di baccalà con zucchine e cavolfiore ben calda.

Ingredienti
  • 1 Kg di Stoccafisso Rivamar già ammollato
  • 200 g di farina 00
  • 3 zucchine tonde
  • 1/2 cavolfiore
  • 2 uova
  • 2 dl di birra leggera
  • Latte q.b.
  • Olio per friggere q.b.
  • Sale q.b.
  • Limone q.b.
Porzioni

6

Prepara questo piatto con il nostro "Stoccafisso"